You are currently viewing Come Migliorare l’Autoefficacia

Come Migliorare l’Autoefficacia

Per raggiungere i nostri obiettivi è importante imparare a diventare “Efficaci” …

Cosa si intende per Autoefficacia

L’Autoefficacia riguarda la “capacità-convinzione mentale interiore di un individuo a raggiungere efficacemente (concretamente o con profitto) i propri obiettivi”, sulla scorta di precedenti esperienze di successo del passato.

Il concetto di Autoefficacia è stato sviluppato dallo psicologo Albert Bandura, il quale, nel libro “Self-Efficacy”, sostiene che le Aspettative di Autoefficacia possono trarre origine da quattro fonti principali:   

  1. Le Esperienze Personali (riconducibili alla “gestione efficace delle attività” e ai “successi” del passato)
  2. L’Esperienza Vicaria (dei “Vicari” cioè di altre persone simili -“nostri sostituti”- che raggiungono i risultati)
  3. La Persuasione (anche “Verbale” di altre persone che ci incoraggiano a raggiungere gli obiettivi)
  4. Riduzione di Stati Emotivi e Fisiologici (legati alla “Frustrazione” e allo “Stress” che ci bloccano)

La Relazione fra Autoefficacia e Raggiungimento degli Obiettivi

Quando ci viene affidato un compito da portare a termine o elaboriamo un obiettivo da raggiungere, la nostra Mente

inizia ad attivare alcuni processi cognitivi, caricandoli di valenza “positiva” o “negativa”, a seconda rispettivamente che la persona abbia un alto grado di Autostima (giudizio di valore globale che un individuo attribuisce a se stesso) o che sia invece governata da pensieri limitanti che provocano senso di ansia legata alle aspettative di performance.

Nel primo caso l’individuo reagisce spesso con entusiasmo e determinazione, pianificando attentamente il contesto ed identificando i propri punti di forza, le risorse a disposizione, nonché i rischi associati all’attività da perseguire; nell’altro caso la persona ripone troppo la sua attenzione sulle difficoltà legate al raggiungimento del compito e dell’obiettivo, non essendo in grado di effettuare una valutazione oggettiva della situazione, in quanto “schiacciata”

da una visione che amplifica le proprie debolezze e che, all’opposto, non contempla invece le proprie Potenzialità.  

Come Migliorare l’Autoefficacia

Premesso che per rafforzare l’Autoefficacia è indispensabile sempre lavorare sull’Autostima, potrebbe risultare utile “abituarsi” a considerare “raggiungibile” ogni nostro Obiettivo (purché possegga le caratteristiche per essere tale) ed iniziare a strutturare i nostri pensieri in modo funzionale al suo raggiungimento limitando stress e blocchi emotivi.

A titolo di esempio, nel caso della preparazione ad una gara sportiva è fondamentale elaborare pensieri “positivi” che partono dall’elevata e corretta considerazione di se stessi (scevra però da componenti di auto-esaltazione) e si estendono fino ad abbracciare aspetti pratici (tipo la pianificazione degli allenamenti, la conoscenza dei propri limiti, nonché la gestione del tempo da dedicare quotidianamente), sempre nell’ottica “performante” di potercela fare!         

Lascia un commento