You are currently viewing La Differenza fra Autostima e Autoefficacia

La Differenza fra Autostima e Autoefficacia

Solo acquisendo coscienza di ciò che siamo, potremo raggiungere i nostri obiettivi …

Cos’è l’Autostima?

“Non preoccuparti se gli altri non ti apprezzano. Preoccupati se tu non apprezzi te stesso”.

Già nel VI Secolo a.C., il filosofo cinese Confucio aveva compreso l’importanza del concetto di “Autostima”, che può essere definita come “il giudizio di valore globale che un individuo attribuisce a se stesso”, ovvero alle sue convinzioni legate alla sfera affettiva (Mi piaccio?), cognitiva (Cosa penso di me?) e valutativa (Credo in me?).

Molti autori si sono interessati all’argomento ma fra questi vorrei citare Nathaniel Branden, uno dei “pionieri” della materia, che nel libro “I Sei Pilastri dell’Autostima”, individua questi specifici atteggiamenti personali che possono contribuire a rafforzare il “proprio autogiudizio”:

  1. Vivere Consapevolmente (“Consapevolezza”)
  2. Accettare Se Stessi (“Autoaccettazione”)
  3. Assumersi la Responsabilità delle proprie Scelte (“Responsabilità”)
  4. Affermare Se Stessi (“Autoaffermazione”)
  5. Porsi Obiettivi e combattere per raggiungerli (“Progettualità e Azione”)
  6. Rimanere Fedeli ai Principi che abbiamo Scelto (“Coerenza”)

Cos’è l’Autoefficacia?

L’Autoefficacia riguarda la “capacità-convinzione mentale interiore di un individuo a raggiungere efficacemente (concretamente o con profitto) i propri obiettivi”, sulla scorta di precedenti esperienze di successo del passato.

Il concetto di Autoefficacia è stato sviluppato dallo psicologo Albert Bandura, il quale, nel libro “Self-Efficacy”, sostiene che le Aspettative di Autoefficacia possono trarre origine da quattro fonti principali:

  1. Le Esperienze Personali (riconducibili alla “gestione efficace delle attività” e ai “successi” del passato)
  2. L’Esperienza Vicaria (dei “Vicari” cioè di altre persone simili -“nostri sostituti”- che raggiungono i risultati)
  3. La Persuasione (anche “Verbale” di altre persone che ci incoraggiano a raggiungere gli obiettivi)
  4. Riduzione di Stati Emotivi e Fisiologici (legati alla “Frustrazione” e allo “Stress” che ci bloccano)

La Differenza fra Autostima e Autoefficacia

In sintesi, la differenza più importante fra Autostima ed Autoefficacia è costituita pertanto dal fatto che, mentre la prima (Autostima) è legata all’Essere, la seconda (Autoefficacia) è invece legata al Fare e, nella maggior parte dei casi, senza una forte “Autostima” non è possibile avere “Autoefficacia”, ovvero raggiungere i nostri obiettivi!

Lascia un commento