You are currently viewing La Differenza fra Virtù e Potenzialità

La Differenza fra Virtù e Potenzialità

Iniziamo a comprendere meglio cosa è una Virtù rispetto ad una Potenzialità

Cosa sono le Virtù e le Potenzialità

Non dalle ricchezze, ma dalle Virtù nasce la Bellezza” … con queste parole il filosofo Socrate, già nell’antichità, ne riconosceva l’assoluto valore ed importanza, ponendole al di sopra di ogni cosa materiale, ambita dall’uomo.  

La parola Virtù deriva dal greco “aretè” (che indicava la forza d’animo collegata all’essenza della persona) che poi in latino si è trasformato in “virtus” (attributo che simboleggiava una propensione personale al bene e all’eccellenza) e sta ad indicare pertanto una “facoltà di essere ed agire”, volta a comportamenti onesti nei confronti degli altri.    

Le Potenzialità rappresentano invece tratti specifici riconducibili al nostro carattere: sono innate ed immodificabili.

Infatti, non è possibile sceglierle, né tantomeno modificarle: le acquisiamo dalla nascita ma non sono ereditarie!

Ciò significa che se, a titolo di esempio, nostro padre eccelleva nel campo della conoscenza o della creatività, non è detto che tali caratteristiche le possediamo anche noi … anzi … a volte non le possediamo per niente …

Martin E.P. Seligman, padre della Psicologia Positiva, le definisce “forze del carattere”, ovvero modi di “essere” (legati alle caratteristiche della persona) e di “fare” (legati a determinate azioni che possiamo compiere).

A differenza delle virtù che sono “astratte”, le potenzialità sono invece “concrete” e, per questo motivo, possono essere allenate da un Coach Professionista, per accompagnare il cliente verso il raggiungimento dei propri obiettivi.

Quante sono le Virtù?

Le Virtù “Universali”, elaborate da Martin Seligman e Christopher Peterson, sono 6:

  1. Saggezza/Conoscenza: facoltà umana di tendere alla scoperta della verità e del senso della vita
  2. Coraggio: facoltà di non tirarsi indietro davanti ai pericoli e di portare avanti le proprie idee con onestà
  3. Umanità/Amore: facoltà di adoperarsi per gli altri, perseguendo il bene in modo non egoistico
  4. Giustizia: facoltà di riconoscere le cose con imparzialità e di mostrare lealtà nei confronti degli altri
  5. Temperanza: facoltà di agire con moderazione, tenendo sotto controllo gli eccessi della vita umana
  6. Trascendenza: facoltà di sentirsi in sintonia con l’universo e con ciò che sfugge alla nostra comprensione

Quante sono le Potenzialità?

Le Potenzialità, così come catalogate dal Team di Seligman sono invece 24 e sono inserite all’interno delle 6 Virtù Universali: nella categoria Saggezza/Conoscenza ve ne sono 6 (curiosità, amore per il sapere, apertura mentale, intelligenza pratica, intelligenza emotiva, lungimiranza); nel Coraggio 3 (audacia, perseveranza, onestà), nell’Umanità/Amore 2 (generosità, capacità di amare/essere amati), nella Giustizia 3 (senso del dovere, equità, leadership), nella Temperanza 3 (autocontrollo, prudenza, umiltà) e nella Trascendenza 7 (capacità di apprezzare la bellezza, gratitudine, ottimismo, spiritualità, attitudine al perdono, allegria ed entusiasmo).

Lascia un commento