You are currently viewing I Segreti del Pensiero Laterale

I Segreti del Pensiero Laterale

Come allenare questa importante capacità di vedere le cose da un’angolazione diversa

Che cos’è il Pensiero Laterale

Il “Pensiero Laterale” è una particolare metodologia di Problem Solving, ideata dallo psicologo Edward De Bono che, a differenza del pensiero razionale (chiamato “verticale”), analizza le problematiche da diverse angolazioni (dette anche “laterali”) per trovare nuove alternative e soluzioni che non erano state ancora prese in considerazione.   

Lo stesso psicologo maltese afferma infatti che “le nuove idee o le soluzioni intuitive hanno la caratteristica di essere ovvie una volta che sono state ideate o scoperte” e anche che “i meccanismi che possono attivare un cambiamento del modo di vedere le cose sono rappresentati dall’errore umano, dal caso e spesso dall’umorismo!”.

I Segreti del Pensiero Laterale

Nel libro “Sei Cappelli del Pensare”, De Bono definisce 6 diverse modalità di approccio e risoluzione dei problemi:

  1. Cappello Bianco (“assenza di colore”): improntata alla “neutralità” ed “oggettività” dei dati raccolti.  
  2. Cappello Rosso (“colore della passione”): contraddistinta dall’utilizzo di emozioni, sensazioni ed intuizioni.
  3. Cappello Nero (“colore della tempesta”): relativa all’analisi degli aspetti negativi e dei rischi del problema.
  4. Cappello Giallo (“colore solare”): tesa a mettere in luce gli aspetti positivi e le relative opportunità.  
  5. Cappello Verde (“colore della natura”): caratterizzata dall’uso di creatività, nuove idee e fertilità di pensiero.
  6. Cappello Blu (“colore del cielo”): legata alla visione dall’alto del problema, con controllo e direzione.

I principali segreti di questa innovativa metodologia di Problem Solving risiedono nella capacità, da parte di colui che è preposto alla risoluzione di un quesito, di abbandonare la “logica classica” di affidarsi alle proprie conoscenze ed esperienze ed approcciare invece il problema con un’ottica diversa, dettata dalla modalità a lui più confacente.

Pertanto se si è disposti a mettere da parte i “condizionamenti” legati al nostro “sapere” ed a seguire piuttosto le “intuizioni” dettate dal “pensiero laterale”, si riesce, più facilmente a trovare la soluzione al dilemma posto.

L’Allenamento del Pensiero Laterale: alcune possibili Soluzioni all’Indovinello di Adamo ed Eva

Com’è possibile che un archeologo, alla vista di due corpi perfettamente conservati sotto i ghiacci, possa esclamare con certezza “Sono Adamo ed Eva!”? Seguendo il modello dei “Sei Cappelli del Pensare”, proviamo ad indossarne qualcuno e a fornire una spiegazione credibile e convincente … indossando quello di colore “bianco”, ricollegato alla neutralità-oggettività delle informazioni, potremmo rispondere dicendo che la “donna ha una costola in meno”! Mentre se, invece ci ponessimo in testa il cappello “verde” della creatività e della fertilità di pensiero, potremmo addirittura immaginare che l’archeologo abbia potuto scorgere sui corpi la dicitura “Made in Heaven”! Ahaahahaha   

Lascia un commento